Un servizio matrimoniale non può fare a meno delle pose classiche: la sposa in casa, la sposa in chiesa, nella location del rinfresco.

Un buon fotografo, tuttavia, non si limita a queste. Il servizio di matrimonio, nel corso del tempo, si è trasformato da semplice documentazione di un avvenimento in un vero e proprio servizio fotografico.

Non perderti questo articolo e scopri 3 pose alternative per fotografare la sposa!

Semplice è meglio

Gli esempi a cui guardare per fotografare la sposa sono le foto di moda e della pubblicità. Almeno per un giorno la sposa ne è protagonista. Non deluderla. Non limitarti alle pose di routine. Allo stesso tempo non esagerare con scatti poco probabili e forzatamente inusuali.

Non dimenticare che la sposa deve sempre apparire bella e trasmettere impressione di serena felicità. Niente deformazioni prospettiche, niente punti di vista esagerati, niente pose forzate. Spesso le migliori foto della sposa, quelle veramente alternative, sono le più semplici e classiche.

1) Per i ritratti usa focali medio tele

Per i ritratti della sposa usa il classico mezzo tele, meglio se luminoso. Usato a tutta apertura ti dà modo di avere uno sfondo piacevolmente sfocato.

2) Il punto di ripresa dal basso

Un punto di ripresa dal basso metterà in risalto il vestito della sposa. Non dimenticarlo. Ma attento alle deformazioni prospettiche, se usi una focale troppo grandangolare.

3) Il punto di ripresa dall'alto

Le riprese dall'alto sono sempre d'impatto.

La sposa col suo vestito allargato, come fosse un fiore, è sempre una foto piacevole a vedersi. Anche in questo caso non usare il grandangolo, altrimenti avrai spiacevoli deformazioni prospettiche.

Iscriviti ora a venicealbum.com! È gratis e avrai sempre il supporto di professionisti come te per la stampa degli album matrimoniali che realizzi!

Scritto da Venice Album — Ufficio Marketing