Le composizioni in bianco e nero danno una sensazione di ordine

Il grande vantaggio delle foto in bianco e nero è che sono in grado di assorbire il disordine che si origina dalla sovrabbondanza di colori. Sì, il colore può – a volte – causare confusione. Esso tende a distogliere l'attenzione dal soggetto e a confondere chi guarda la foto.

Le composizioni in bianco e nero non soffrono di questo tipo di problemi. Per ottenere foto ancora più pulite un'altro consiglio è quello di avvicinarsi all'azione (fin dove possibile) creando composizioni più strette.

Ridurre le macchie della pelle e le imperfezioni che il make-up non è in grado di nascondere

Anche con il miglior make-up le foto a colori possono a volte tradire imperfezioni della pelle o rossori. Nelle fotografie in bianco e nero non sarai mai infastidito da questo tipo di problemi visto che abbiamo a che fare con diverse sfumature di grigio. E' difficile quindi notare macchie rosse o imperfezioni della pelle.

Le foto in bianco e nero catturano meglio le emozioni

C'è qualcosa che accomuna le foto in bianco e nero e le emozioni, infatti questi due aspetti tendono a coesistere molto bene.
Sia che si tratti di qualcosa di delicato o meno, come una lacrima che scende sulla guancia del padre della sposa, o la veloce occhiata che la sposa lancia allo specchio, o un bacio... Questi sono momenti inestimabili che si catturano al meglio in bianco e nero.

Prendi in prestito o ruba degli obiettivi ed un secondo corpo macchina

Alcuni fotografi di matrimoni hanno una macchina fotografica a parte per scattare foto in bianco e nero, attrezzata con lenti specifiche in grado di scattare in monocromo nel caso si presenti la necessità.
Questo permette loro di risparmiare tempo prezioso e di catturare questi momenti spontanei in un istante.

Se non possedete un corpo macchina e delle lenti extra prendete in considerazione la possibilità di affittarli.

Cattura i momenti decisivi

Henri Cartier Bresson, probabilmente il miglior street photographer di sempre ed un grande esponente della fotografia giornalistica, ha molto da insegnarci in termini di fotografia in bianco e nero. Anche se lui non era un fotografo matrimonialista il suo approccio può venir esteso anche a questo genere di fotografia.

Cartier Bresson credeva fermamente – e su ciò ha basato tutta la sua vita – in quello che definiva “il momento decisivo”. La sua filosofia volta a cercare il momento decisivo in tutto quello che ci circonda può in effetti venir applicata anche nella fotografia matrimonialista, specialmente nel reportage di matrimonio in bianco e nero.

Consiglio bonus – Scatta ad un ISO più basso

Una delle cose peggiori che potresti fare come fotografo di matrimoni che scatta in bianco e nero è scattare con ISO alti. Nonostante io sia fermamente convinto che tutto si può fare e che tu possa avere le tue valide ragioni per fotografare con gli ISO più alti che la fotocamera permetta, io ti suggerirei di tenere gli ISO bassi per evitare il rumore.

Sì, perché le fotocamere digitali moderne presentano un rumore molto forte quando impostate con ISO alti, e, nonostante nella post produzione sia possibile controllare buona parte di esso, c'è comunque un limite oltre il quale non si può rimediare. Il rumore è tra l'altro molto più accentuato nelle foto in bianco e nero piuttosto che in quelle a colori.